Regolamento di Disciplina

  1.             L'Istituto scolastico, in cui operano i Docenti, rappresenta una comunità scolastica finalizzata attraverso lo studio alla formazione degli alunni come persone e allo sviluppo della loro personalità, anche attraverso l'educazione alla consapevolezza del proprio agire e ai valori democratici,  nonché alla valorizzazione del senso di responsabilità personale[1]
  2.            A tal fine si richiamano integralmente le disposizioni  previste dal regolamento di istituto e dal patto di corresponsabilità, nonchè dalla normativa nazionale vigente che impone  alla comunità scolastica l’adozione del regolamento di disciplina degli studenti[2].

 

 

[1] Cfr. D.P.R. n. 249 del 24.06.1998 art. 2 comma 4.

[2] Il Regolamento di Disciplina  recepisce il criterio generale per cui "la scuola è luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l'acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica... [dove] ognuno, con pari dignità e nella diversità dei ruoli, opera per garantire la formazione alla cittadinanza, la realizzazione del diritto allo studio, lo sviluppo delle potenzialità di ciascuno e il recupero delle situazioni di svantaggio...".

Analogamente, il Regolamento di Disciplina tiene conto dei contenuti esplicitati del Ministro nella Comunicazione del 31 luglio 2008 (Prot. n. 3602/PO).

Reg. di discipl. (2019-2020)